Home / ARTEMOSTRE&ALTRO / Viterbo, a Quartieri dell’Arte è il momento di “Coffee Shop”

Viterbo, a Quartieri dell’Arte è il momento di “Coffee Shop”

Coffee Shop Viterbodi Gaiaitalia.com

Quartieri dell’Arte pronto a una nuova prima assoluta. Dopo i successi di settembre-ottobre, il 9 novembre, alle 21, va in scena al Biancovolta (via delle Piagge 23, Viterbo) ‘Coffee Shop’ di Guglielmo Poggi e Antonio Monsellato, regia Pierfrancesco Poggi, interpreti gli stessi autori e Filippo Tirabassi. Si tratta di tre allievi di Giancarlo Giannini del corso di recitazione del Centro Sperimentale di Cinematografia che già cominciano a distinguersi in ambito professionale.

Gugliemo Poggi è stato di recente lodato per la carismatica interpretazione di Benvolio, nel ‘Romeo e Giulietta’ diretto da Gigi Proietti al Globe di Roma, un ruolo in cui difficilmente un attore riesce a mettersi in evidenza. Filippo Tirabassi, appena entrato al CSC, ha sangue artistico nelle vene. Figlio dell’attore, è pronipote di due mostri sacri dell’arte contemporanea come Savinio e De Chirico.

Si tratta di giovani attori di cui sentiremo molto parlare e che si iscrivono dentro la tradizione di ospitalità di talenti in ascesa di Quartieri dell’Arte. Gli spettatori più assidui di QdA ricorderanno nell’edizione del 2000 un Claudio Santamaria fresco dei primi successi cinematografici o un giovanissimo Giampaolo Morelli, diventato famoso in seguito nel ruolo dell’ispettore Coliandro o ancora Carolina Crescentini, a interpretare un fortissimo e disturbante testo di Christophe Pellet nel 2004.

Lo spettacolo del 9 novembre è una prima assoluta che preannuncia un divertimento assicurato. La trama: ad Amsterdam chiudono i coffee shop. Per chiunque sia stato nella nota città olandese è una notizia. Per tre ragazzi di Roma è una sentenza. Si parte, si va, si saluta. Frontiera di libertà e di divertimento. L’attore debuttante, il giornalista praticante, il laureato in filosofia nullatenente mettono nello zaino un rovello personale, un trip. Ma la notte è lunga e prima di prendere l’aereo c’è da ridere. Molto.

L’ingresso allo spettacolo è a pagamento, 2 euro ridotto e 5 euro intero. Per prenotare il proprio posto basta scrivere una mail a ufficiostampaquartieridellarte@gmail.com.

Per seguire e rimanere aggiornati sul Festival è possibile consultare  il sito www.quartieridellarte.it oppure la pagina Facebook Quartieri dell’Arte.

 

 

 

 

 

 

Facebook Comments

Comments

comments

gaiaitalia.com

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi