Home / MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA

MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA

Venezia 72, tra vincitori e vinti anche l’inutile Queer Lion all’inutile “The Danish Girl”

di Emilio Campanella       Ormai tutti sanno quali siano stati i premi distribuiti dalle varie giurie di Venezia 72, per cui queste sono solo alcune osservazioni e riflessioni attorno alle aspettative, come spesso accade deluse, le sorprese non/sorprese, le prevedibilità e le imprevedibilità. Per certi versi certi verdetti ci hanno spiazzato, altri no: come la coppa Volpi (per ...

Leggi Articolo »

#Venezia72, Valeria Golino è miglior attrice. Leone d’Oro al venezuelano Lorenzo Vigas

di Gaiaitalia.com         Mentre aspettiamo il pezzo di chiusura del nostro inviato in Laguna, Emilio Campanella, non possiamo che celebrare la Coppa Volpi per la Miglior Attrice a Valeria Golino della quale parliamo all’interno della recensione sul film di Gaudino che la vede premiata protagonista.   Leone d’Oro al film venezuelano “Desde Allá”, Leone d’argento all’argentino Pablo ...

Leggi Articolo »

#Venezia72 , “Per amore vostro”, di Giuseppe M. Gaudino, poteva essere un bel film

di Emilio Campanella         Anna (Valeria Golino), è una miracolata, ma prima di questo, una martire, fin dall’infanzia, siccome su imposizione dei genitori si accollò la responsabilità di un furto di preziosi, scontando quattro anni di riformatorio a Nisida, per risparmiare al fratello dieci anni di carcere. Anna miracolata, capro espiatorio, inconsapevole e complice, ignara e responsabile ...

Leggi Articolo »

#Venezia72, la raffinata cinematografia di Atom Egoyan con “Remember”

di Emilio Campanella         Zev (Christopher Plummer) è un uomo anziano ancora ben portante, ma vive in casa di riposo a causa della demenza senile da cui è affetto. Da pochi giorni è rimasto vedovo ed ha difficoltà a capacitarsene. Gli è vicino un sopravvisuto da Auschwitz come lui, Max ( il grintoso Martin Landau) fisicamente molto ...

Leggi Articolo »

#Venezia72, parliamo di “11 minuti” di Jerzy Skolimowski. In concorso. Auguri

di Emilio Campanella       I numeri, in questo film, hanno una particolare importanza. Per raccontare gli Undici Minuti durante i quali le vicende contemporanee dei personaggi scelti, si svolgono, ne occorrono ottantuno. Io che sono perfido dico che settanta sono di troppo. Da qui si evince come non abbia particolarmente amato il film, pur ben strutturato, fotografato, diretto, ...

Leggi Articolo »

#Venezia72, parliamo di “Sangue del mio Sangue” di Marco Bellocchio che è sempre un maestro

di Emilio Campanella       Ho visto il film qualche ora prima di scrivere questo pezzo ed appena terminato non sapevo realmente che cosa ne pensassi, pur essendone rimasto molto colpito, poi piano piano i materiali depositati sul fondo, calmatesi le acque, hanno reso la visione più chiara e gli “oggetti ” adagiati sul fondale sabbioso maggiormente visibili; più ...

Leggi Articolo »

#Venezia72, Amos Gitai con “Rabin, The Last day”, dal nostro inviato in Laguna

di Emilio Campanella       Il regista torna sull’uccisione del leader laburista, avvenuta nei primi giorni di novembre di vent’anni fa. Con la sua morte s’interrompeva un faticoso processo di pace che sembrava a buon punto, andava in frantumi un sogno sintetizzato dallo slogan: Due Popoli, Due Stati. In 153 minuti, tanti, ma non troppi, Gitai affronta l’argomento da ...

Leggi Articolo »

#Venezia72, The Endless River di Oliver Hermanus. Dal nostro inviato

di Emilio Campanella       Il regista lo definisce thriller, e lo è, ma è anche molto più di questo, data la precisione dell’ambientazione, del contesto sociale, dei caratteri dei protagonisti, inseriti in una società molto violenta. Percy (Clayton Evertson) esce dopo quattro anni di carcere, e la moglie Tiny( Crystal-Donna Roberts) lo accoglie con amore e trepidazione, siccome ...

Leggi Articolo »

#Venezia72: The Danish Girl, perfetto se detesti le trans (e non è il nostro caso)

di Emilio Campanella     Una vera storia, anche molto importante, con ottimi attori, bella ambientazione anche un po’ finta, una corretta colonna sonora, insomma del “Cinéma de papa” di buon livello, un elegante mélo, peraltro con un tema forte annegato nel tatto per non urtare alcuna sensibilità. Certo una bella sforbiciata non starebbe male, e se da centoventi minuti ...

Leggi Articolo »

#Venezia72: Equals di Drake Doremus, monumento alla noia

di Emilio Campanella       Un bel monumento alla noia, non c’è che dire! Per fortuna della durata di soli (sic), 141 minuti. In un futuro postatomico, postarchitettonico, postculturale, postquellochevolete, il regista ci racconta una storia di amore contrastato ai tempi dell’insensibilità programmata. Ripensate ai migliori romanzi di fantascienza sulle società iperavanzate, forse, da Bradbury al bellissimo “Non Lasciarmi” ...

Leggi Articolo »

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi