Home / ARTEMOSTRE&ALTRO / #Venezia72 , “Per amore vostro”, di Giuseppe M. Gaudino, poteva essere un bel film

#Venezia72 , “Per amore vostro”, di Giuseppe M. Gaudino, poteva essere un bel film

Foto di scena del film

Foto di scena del film

di Emilio Campanella

 

 

 

 

Anna (Valeria Golino), è una miracolata, ma prima di questo, una martire, fin dall’infanzia, siccome su imposizione dei genitori si accollò la responsabilità di un furto di preziosi, scontando quattro anni di riformatorio a Nisida, per risparmiare al fratello dieci anni di carcere.

Anna miracolata, capro espiatorio, inconsapevole e complice, ignara e responsabile delle malefatte degli altri è trasparente metafora di Napoli e dell’Italia tutta. Ha sposato un piccolo delinquente che apparentemente si occupa di fuochi d’artificio, ma in realtà opera recupero crediti per gli usurai… E sappiamo tutti benissimo quali siano i metodi!
Anna inizia a lavorare come “gobbista”, la persona che scrive grandi cartelli con le battute per gli attori, per piccole produzioni. Un buon lavoro, ma intanto intorno a lei tutto precipita, i soldi non bastano mai, con tre figli giovanissimi ed esigenti… Questo è l’argomento attorno al quale ruota il fim che ha sviluppi anche assai drammatici.

Ma ciò che conta è che si guarda troppo spesso l’ora, che l’alternanza di colore e bianco e nero sembra casuale, che le sequenze oniriche sono troppe e troppo frequenti, che l’affastellamento barocco dei materiali fa un po’ perdere il senso, anche importante, del film. Ci sono troppe inquadrature sovraesposte, troppe sgranature, troppa macchina a mano. Gli attori sono bravi e credibili (Adriano Giannini, Massimiliano Gallo, Salvatore Cantalupo, fra gli altri), ma non hanno la responsabilità della povera
Valeria Golino, pur brava ed intensa, alle prese con una vicenda che, così com’è
presentata, risulta assai poco credibile e sacrifica il suo personaggio, davvero inteeressante.

Troppi fellinismi, si pensa più di una volta a Cabiria, e non credo sia casuale, ma il film risulta pretenzioso e scombiccherato, peccato…

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(12 settembre 2015)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2015 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

Facebook Comments

Comments

comments

gaiaitalia.com

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi