Home / ARTEMOSTRE&ALTRO / XXIII Sguardi Altrove, “Il tempo, le donne. Tra memoria e progetto”. Programma del 21 marzo

XXIII Sguardi Altrove, “Il tempo, le donne. Tra memoria e progetto”. Programma del 21 marzo

XXIII Sguardi Altrove Film Festival 04 - Fest of Dutydi Gaiaitalia.com

 

 

 

 

 

Continua la XXIII edizione di Sguardi Altrove Film Festival, la rassegna dedicata alla cinematografia al femminile, con la quinta giornata di questa edizione.

Alle ore 15.00 presso la Casa dei Diritti prende il via il secondo workshop organizzato dal Festival sul tema della parità di genere. “Guardare dentro, guardare oltre” a cura della videomaker Alessandra Ghimenti si rivolge a docenti, educatori e genitori, nonché a formatori e operatori socio-educativi.

La programmazione dello Spazio Oberdan inizia, come di consueto, alle ore 15.00 con un due slot dedicati al concorso internazionale documentari Le Donne Raccontano [a cura di Sergio Di Giorgi, Stefania Scattina]. Si parte con L’acqua calda e l’acqua fredda di Marina Resta e Giulio Todescan, entrambi ospiti del festival, un film sulla migrazione di circa mille operai pugliesi verso il Nord Italia in seguito alla chiusura delle Acciaierie Ferriere Pugliesi, a cui segue Kevin – Will My People Find Peace? di Elisa Mereghetti e Marco Mensa, presenti in sala, ritratto della giovane reporter ugandese Kevin Doris Ejon, nota per essere riuscita a intervistare Joseph Kony, il leader delle milizie ribelli che negli ultimi 25 anni ha disseminato terrore e morte nel Nord Uganda.

Alle 17.00 si prosegue con la proiezione dell’iraniano Fest of Duty di Firouzeh Khosrovani che mostra il rito di passaggio dall’infanzia alla pubertà, chiamato Festa del dovere, che coinvolge le bambine islamiche al compimento dei 9 anni. A seguire, in occasione del capodanno iraniano, Sguardi Altrove ospita il reading teatrale di Farian Sabahi, scrittrice, giornalista e docente universitaria specializzata sul Medio Oriente. Accompagnata da un pianoforte e da immagini che scorreranno sullo schermo, Farian leggerà le pagine intense del suo ‘Noi donne di Teheran’, un viaggio verso l’oriente narrando la storia di resilienza delle donne iraniane.

Per il concorso #FrameItalia alle ore 18.30 si parla di maternità desiderata e diritto alla non maternità con Stato Interessante di Alessandra Bruno e Sbagliate di Daria Menozzi e Elisabetta Pandimiglio, che saranno proiettati alla presenza delle registe. A seguire un incontro con Paola Leonardi coautrice insieme a Ferdinanda Vigliani di Perché non abbiamo avuto figli (Franco Angeli Editore, 2009).

La programmazione della serata inizia poi alle ore 21.15 con il lungometraggio in concorso per Nuovi Sguardi, Parallel lines meet at the infinity della giovane regista siberiana Lina Alekseeva, ospite del festival, che racconta la storia di un rapporto morboso tra una ragazza ed un fotografo che condividono un passato comune. La quinta giornata di Sguardi Altrove si conclude con il ritratto di Nassima Hablal, eroina dimenticata della Rivoluzione algerina in 10949 femmes di Nassima Guessoum, documentario del concorso Le Donne Raccontano.

 

Programma, informazioni, news su: www.sguardialtrovefilmfestival.it.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(20 marzo 2016)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2016 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

Facebook Comments

Comments

comments

gaiaitalia.com

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi