“Cavallo, Fiore, Uccello” l’emozionante raccolta di fiabe di Kate Bernheimer

190

di E.T. #katebernheim

 

Non so se Kate Bernheimer sia davvero “uno dei maestri viventi della fiaba” come è stata definita e come riporta la terza di copertina del suo libro per i tipi di Ensemble, ma so che dopo avere letto il suo “Cavallo, Fiore, Uccello” sarà difficile fare finta di non avere letto nulla. Oso spingermi a dire che avrete la consapevolezza di non avere mai letto prima nulla di simile.

Se alla parola “fiabe” pensate a quelle di walt Disney con tutto il loro contorno di senso di colpa spettacolarizzato ad uso tristezze e commozione, ebbene sappiate che il libro di Kate Bernheimer non è, per fortuna, niente di tutto questo. Le fiabe nere dell’autrice sono arazzi straordinariamente colti, immersi nella profondità della cultura ebraica, e nelle quali l’ironia feroce è così sottile da essere appena percepibile e proprio per questo, selvaggiamente – I’m here to tell you – divertenti. Bambine inquiete, un femminile devastato dalla tradizione, dal patriarcato, dall’odio della società nei confronti delle donne che le vuole relegate ai soliti ruoli, e le vuole soprattutto zitte e sceme. E poi bambine e bambole a armadi e case da fiaba che si aprono in incubi infiniti – nulla a che vedere col marzapane. Né con i lupi cattivi.

Gli incubi delle protagoniste di “Cavallo, Fiore, uccello” sono molto più profondi. Tanto profondi da non venire raccontati dalle protagoniste diventando essi stessi, direttamente, racconto. La mia preferita? Storia a Garibaldi. Ma ogni riga di questo libro vale il tempo di leggerla.

Va letta attentamente Kate Bernheimer, perché ogni parola ne nasconde altre cento. Ogni emozione altre mille. Tutto è depositato minuziosamente dentro qualcosa d’altro ed ogni riga diventa uno scrigno prezioso, opimo di tesori come ognuna delle vite maltrattate delle fiabe nere dell’autrice è.

Bernheimer non lo manda a dire soprattutto quando parla della solitudine più straziante descrivendo l’amicizia tra una bambina e un tulipano. Una lettura imperdibile.

Cavallo, Fiore, Uccello esce per i tipi di Ensemble. Io lo rileggerò in inglese. Prestissimo.

 

 

(12 gennaio 2021)

©gaiaitaialia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata