A Brescia la mostra “Novecento mai visto” fino al 30 giugno

31

Guglielmo Achille Cavellinidi Anna Maria Locchi

Novecento mai visto, ovvero opere “mai viste” perché da decenni esposte nei depositi dei musei e nelle stanze dei collezionisti bresciani. La sezione Da de Chirico a Cattelan e oltre della bella mostra “Novecento Mai Visto” dedicata alle esperienze artistiche dell’arte italiana dal primo Novecento agli anni Settanta.

Una testimonianza delle tendenze che, in particolare tra gli anni Cinquanta e Settanta, hanno caratterizzato l’arte italiana, dall’Informale allo Spazialismo, all’Arte Povera.

 

L’esposizione presenta un particolare omaggio a Guglielmo Achille Cavellini, artista e collezionista d’eccezione, quale figura rappresentativa ed in grado di evocare il clima culturale di avanguardia che ha connotato Brescia  tra il 1964 al 1972, grazie all’apertura di nuove gallerie e al costituirsi di cospicue raccolte private.

La mostra è curata da Elena Lucchesi Ragni con Enrico De Pascale e Paolo Bolpagni.
Fondazione Brescia Musei
via Musei 55 – 25121 Brescia 

tel. 030.2400640 – fax 030.2990267