Umberto Eco ed Elisabetta Sgarbi, e molti altri, via da Mondazzoli per La Nave di Teseo

Altra Cultura

Condividi

Elisabetta Sgarbi 00di Gaiaitalia.com

 

 

 

 

 

Elisabetta Sgarbi, Umberto Eco, Vittorio Sgarbi, Tahar Ben Jelloun, Michael Cunngham hanno deciso di lasciare Bompiani, e quindi il colosso d’argilla chiamato ironicamente Mondazzoli nato dalla fusione tra Mondadori e Rizzoli, un mostro che distruggerà la cultura in Italia più di quanto non abbiano fatto le televisioni del biscione, ed hanno fondato una nuova casa editrice che pubblicherà i primi titoli nel 2016.

 

A guidare la nuova avventura editoriale come amministratrice delegata e direttrice editoriale Elisabetta Sgarbi, già direttrice editoriale di Bompiani, ora parte di Mondazzoli. La nuova casa editrice pubblicherà romanzi, saggistca, poesia italiana e straniera e si è già accaparrata la collaborazione di alcuni pezzi da novanta dell’editoria italiana, europea e mondiale.

 

Oltre agli autori citati in apertura, altri importanti scrittori si sono già legati alla nuova casa editrice. Sono Hanif Kureishi, Pietrangelo Buttafuoco, Mauro Covacich, Nuccio Ordine, Lidia Ravera ed Edoardo Nesi.

 

La Nave di Teseo si avvarrà dei servizi commerciali e promozionali di Pde (gruppo Feltrinelli) e della distribuzione del Gruppo Messaggerie. Qualche setttimana fa era stato Roberto Calasso a ricomprarsi la sua Adelphi. Ora il colpo di Sgarbi e compagni. Insomma, qualcosa comincia a cambiare.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(24 novembre 2015)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2015 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

Pubblicità