Home / CINEMA & FESTIVAL / Rendez Vous 2018, “Nul Homme n’est une île” è un bellissimo documentario. Ci voleva

Rendez Vous 2018, “Nul Homme n’est une île” è un bellissimo documentario. Ci voleva

di Alessandro Paesano #Rendezvous2018 twitter@Ale_Paesano #cinema

 

 

Dei tre documentari presentati quest’anno a Rendez vous, in una nuova sezione ad hoc, della quale non possiamo che felicitarci, Nul Homme n’est une île (Francia, 2017) di Dominique Marchais, si impone per il rigore della ricerca e del discorso che lo sostiene, tanto sul versante della forma che su quello del contenuto, per usare categorie un po’ vetuste ma ancora efficaci.

L’impianto visivo del documentario non è mai estetizzante (come nel caso di Makala, del quale vi abbiamo già parlato), tutte le inquadrature sono sorrette da un’etica del discorso di una onestà intellettuale esemplare.  L’immagine non è mai testimonianza artistica di una verità diretta ma il mezzo di una lettura critica e interpretativa che richiede sempre la partecipazione del pubblico.

Il documentario indaga su diversi casi di organizzazione dal basso della cittadinanza, nel sostenere una gestione solidale, senza sprechi, compartecipata, che si tratti del consorzio siciliano “galline felici”, dove un gruppo di agricoltori e agricoltrici cercando di diffondere una gestione del lavoro equa basata sulla redistribuzione e non sul profitto, o delle professionalità della popolazione svizzera e austriaca che, partendo dal proprio specifico (architettura, amministrazione) riescono gestire luoghi e risorse in locale, coinvolgendo tutta la popolazione.

Nul Homme n’est une île si apre con le splendidi immagini della allegoria del Buon Governo di Ambrogio Lorenzetti, che si trovano a Siena, che testimoniano di un cambiamento di mentalità, e di un progetto nel quale la cittadinanza, nel 1300,  mise in condivisione le buone pratiche nella direzione della cosa pubblica, secolare e laica.

l titolo è una citazione d una poesia di John Donne, del XVI, secolo che recita: nessun uomo è un’isola, completo in se stesso, ogni uomo è un pezzo del continente, una parte del tutto.

Uno dei documentari migliori visti e non solo sugli schermi di Rendez Vous.

 




 

(10 aprile 2018)

©gaiaitalia.com 2018 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

Facebook Comments

Comments

comments

gaiaitalia.com

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi