Home / CINEMA & FESTIVAL / Festival Mix 2013, un sabato di festa con grandi proiezioni a partire da “Out in the Dark”

Festival Mix 2013, un sabato di festa con grandi proiezioni a partire da “Out in the Dark”

Festival Mix MIlano 04 Out in the Darkdi Ghita Gradita

Il Festivalmix Milano, propone in questo sabato 22 giugno una serie di pellicole tra le più interessanti a partire da “Out in the Dark” dell’israeliano Michael Mayer che racconta la storia d’amore tra un israeliano ed un palestinese (chi scrive ha ra i suoi amici una coppia formata proprio da un israeliano ed un palestinese, che sono dovuti fuggire all’estero per sopravvivere). I confini “geografici che si incontrano sono quello di Nimer, studente palestinese fragile e inquieto e quello dell’avvocato israeliano Roy. L’amore sboccia subito ma i due devono fare presto i conti con i problemi sociali che questo comporta. Ci si mette di mezzo pure la polizia e la morte del migliore amico di Nimer…”, una pellicola imperdibile la cui proiezione inizia alle 19.00.

Festival Mix MIlano 05 Chips

Dalle 20.40 arriva Alan Brown, quello di “Private Romeo” una delle pellicole lgtb che più ho amato negli ultimi anni, che presenta “Five Dances”, storia di Chip, “un giovane dalla bellezza sconvolgente, con un fisico da angelo caduto in volo. Un ragazzo di provincia che sbarca a New York per realizzare il suo grande sogno: diventare un ballerino. Lasciata alle spalle la famiglia disfunctional, si unisce a una compagnia di giovani Saranno famosi… Five dances è un delicato romanzo di formazione che miscela ballerini, giovani talenti della danza contemporanea americana, alle splendide coreografie di Jonah Bokaer in stile West Side Story…”, delicato e splendidamente girato. Vedrete.

Festival Mix MIlano 06 NoorLast but not least, dalle 22.30, “Noor” produzione franco-pakistana ambientato nella comunità transgender del paese asiatico firmata da Guillaume Giovanetti e Cagla Zencirci. “Noor racconta la vita di una donna che vernicia auto, vuole diventare uomo e trovare una principessa in grado di amare il suo corpo. Road movie tocccante e dai paesaggi mozzafiato che rincorre un lago fatato, nascosto nel cuore del Pakistan, che ti trasforma in maschio, o almeno così sostiene un simpatico vecchietto…”; poco prima di concludere la serata con “Coccinelle, Sceneggiata transessuale”, un documentario del 2011 dove si Festival Mix MIlano 07 Coccinelleparla proprio delle “Coccinelle” che non “sono drag queen né aspirano ad essere curatissime femme fatale, non interpretano i playback di Raffaella Carrà e non si travestono da icone del pop. Gennaro, Tonino, Genny e Giacinto sono quattro signore napoletane, quattro trans dei vicoli di Napoli. Nelle sale di ristoranti arredati in finto barocco, Le Coccinelle cantano e recitano le loro sceneggiate, raccontando la prostituzione, il giudizio degli “altolocati”, l’ipocrisia dei clienti ma anche l’amicizia con le donne dei quartieri e la gioia di vivere del popolo napoletano”.

Programma straricco. Mi ci ficco.

Il programma completo, qui.

 

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2013
riproduzione riservata

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Facebook Comments

Comments

comments

gaiaitalia.com

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi