Home / ARTEMOSTRE&ALTRO / Gay Village Roma, venerdì 13: “Il Mio nome è Follia”, con Dodi Conti

Gay Village Roma, venerdì 13: “Il Mio nome è Follia”, con Dodi Conti

Dodi Conti 00Comunicato stampa

Venerdì 13 Settembre alle ore 21.30 torna sul palco del Gay Village, dopo ben sette anni passati in Brasile per ritrovarsi e ritrovare altre forme e linguaggi, la bravissima Dodi Conti, un’artista e una “comica” che Roma non ha mai dimenticato. Ed è proprio da questa prolungata assenza ma soprattutto grazie ad essa, che è nato Il mio nome è Follia, uno spettacolo che vuol essere una piccola grande sfida con se stessa e col ‘suo’ pubblico, una anteprima assoluta, uno spettacolo fatto di parole e pensieri liberamente tratti dall’Elogio della Follia di Erasmo da Rotterdam, di Dodi Conti e Paola Mammini, per la regia di Francesco Zecca.

Così, in questa notte di metà settembre, Dodi Conti, che alla leggerezza della follia capace di colorare i chiaroscuri della realtà deve molto… esagera e diventa lei stessa Follia. Protetta dal gioco della finzione dove tutto è possibile, l’attrice infatti giocherà col pubblico all’elogio di sé – all’elogio della Follia per l’appunto. Un autoelogio dunque, che esalta la Conti facendola sentire – almeno per una notte… – unica, meravigliosa, amata da tutti e adulata. Perché è solo al riparo dalla realtà, su di un palco, con un microfono ed un po’ di gente ad ascoltare, che un’attrice può finalmente sentirsi una dea invincibile.

E se qualcuno dovesse domandarsi perplesso perché in una sera settembrina Dodi Conti abbia scelto uno spettacolo “altro” per il suo ritorno al Gay Village, meglio ancora, è il più benvenuto di tutti… Siamo infatti di fronte a non si sa bene cosa, di fronte a un qualcosa che potremmo a buon diritto definire ignoto, se non avessimo la fortuna di poterlo chiamare con uno dei suoi tanti sinonimi: FOLLIA.

L’ELOGIO DELLA FOLLIA di Erasmo da Rotterdam, a cui le autrici si sono ispirate, è un’opera molto originale pubblicata nel 1511, in cui, con toni ironici e nel contempo estremamente persuasivi, l’autore affronta il tema della Follia, per sostenere che essa sarebbe la vera dominatrice dell’intera civiltà ma anche dell’esistenza di ciascun uomo, sia egli un ecclesiastico o un laico, un saggio o un ignorante, un potente o un umile. La Follia, che viene allegoricamente rappresentata come una dea in vesti di donna, sarebbe infatti all’origine di ogni bene sia per l’umanità, sia per gli stessi dèi che riceverebbero al pari dei mortali i suoi doni: “io, io sola sono a tutti prodiga di tutto”

 

 

 

GAY VILLAGE 2013
dal 20 giugno al 14 settembre 2013
dal giovedì al sabato, ingresso gratuito dalle 20.00 alle 21.00
Giovedì: 8 € – Venerdì: 10 € – Sabato: 18 € (compresa consumazione)
Roma Eur – Parco del Ninfeo
Via delle Tre Fontane angolo Via dell’Agricoltura
Info: 340 7538396 www.gayvillage.it

 

 

 

 

[useful_banner_manager banners=4 count=1]

 

©gaiaitalia.com 2013
riproduzione vietata

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

[useful_banner_manager banners=1 count=1]

 

 

 

 

 

 

Facebook Comments

Comments

comments

gaiaitalia.com

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi