Home / ARTEMOSTRE&ALTRO / Milano Film Festival, il programma di venerdì 13 settembre

Milano Film Festival, il programma di venerdì 13 settembre

Milano Film Festival Logo 01Comunicato stampa

Si chiude al Milano Film Festival la rassegna dedicata alle intersezioni tra il cinema e la video arte  con l’anteprima assoluta di Negus – Echoes Chamber (h 22:00 Teatro Studio), una parte del progetto in fieri degli Invernomuto a cui anche il Milano Film Festival partecipa come produttore. L’ambizioso progetto s’ispira a fatti storici di epoca fascista tendendo una linea di connessione tra Italia, Etiopia e Giamaica. Il progetto prevede suggestive partecipazioni, come quelle del padre della musica dub Lee Scratch Perry. Uno spettacolo-performance tra cinema e musica, una proiezione monocanale e una colonna sonora realizzata dal vivo e diffusa attraverso il sound system Prince Healer.

Il Concorso Lungometraggi si apre oggi con la Georgia caotica di In Bloom di Nana Ekvtimishvili e Simon Gross (h 19:00 Spazio Oberdan, replica) e si chiude con la vita nel ghetto americano di Licks di Jonathan Singer-Vine, alla presenza del regista (h 20:30 Teatro Strehler, replica).

Milano Film Fest - 07 A Third Version of the Imaginary

 

Spazio ai cortometraggi del concorso dalle 15:00 al Teatro Strehler con il Gruppo A (fra cui Peristalsi, opera seconda di Enrico Iannaccone, vincitore del David di Donatello per il migliore cortometraggio, storia macabra e festeggiamenti dionisiaci da non perdere), alle 17:00 è la volta del Gruppo D al Teatro Studio (fra gli altri, la riflessione sulla coscienza collettiva di A Third Version of the Imaginary e lʼattore sadomaso nel corto italiano Silvio, Here I Am). La serata si chiude con il Gruppo J (con la storia di un giovane che sceglie di resistere e sognare senza abbandonare la sua città in La strada di Rafael di Alessandro Falco, presentato al Festival di Locarno, mentre le luci della notte si trasformano in unʼaurora boreale senza pari ne Lʼaurore Boreale di Keren Ben Rafael – h 17:00 Teatro Strehler).

 

Milano Film Festival rende omaggio a Sylvain George, autore di cinema politico e sperimentale, di cui presenta i lavori in un’ampia rassegna. Oggi è in programma Strange fruit and black flowers (h 15:00 Spazio Oberdan) e Les Eclats (h 20:30, Scatola magica, replica) lungometraggio che gli è valso nel 2011 il riconoscimento unanime della critica, e numerosi premi in festival italiani e internazionali. Frammenti di voci, di risate e di rabbia; brandelli di parole, di immagini e di ricordi. Parole del vicino e del lontano, di ieri e di oggi; il soffio del vento, i movimenti del sole al tramonto, i riflessi rosso sangue. Retate della polizia, processioni guerriere, corte d’ingiustizia… Per una cartografia della violenza inflitta alle persone migranti, della ripetizione delle gesta coloniali e del carattere inaccettabile del “come va il mondo”.

Per i “fuori categoria” del Milano Film Festival, il primo appuntamento è alle 20:00 alla Triennale – Teatro dell’arte con Upstream Color dell’indipendente Shane Carruth, in cui un uomo e una donna sono risucchiati in un labirinto misterioso, vorticoso e ipersensoriale. All’ombra del Walden di Thoreau e dell’amore, uno dei film cult Usa dell’anno: una prova di narrativa onirica e inquietante. A seguire, Museum Hours di Jem Cohen (h 21:00 Spazio Oberdan, replica).

La sezione che indaga sugli abusi del potere torna oggi con Sur le rivage du monde di L’Espérance Sylvain (h 17:00 Spazio Oberdan, replica) e con Inequality for All di Jacob Kornbluth (h 21:00 Parco Sempione) film vincitore del premio speciale della giuria al Sundance, protagonista un economista con la verve di uno stand-up comedian, Robert Reich, ex segretario del lavoro per Bill Clinton, oggi professore a Berkeley che afferma: “La più grande bugia che ci hanno raccontato? Che il libero mercato sia per il nostro bene”.

Milano Film Festival compie 18 anni e per celebrare l’evento ha in serbo un cofanetto di meraviglie sepolte, una rassegna che attraversa tutto il programma di questa edizione composta di due sezioni di cortometraggi, Grandi Speranze e The Platinum Collection. Alle 15:00 due appuntamenti: Al Teatro Studio per The Platinum Collection, Gli Irrequieti e in Scatola Magica, Passione; segue alle 17 in Scatola Magica Furia e alle 22:30 Esperimenti. Infine, chiude la serata a Parco Sempione all’ 1 Sfida.

 

 

 

 

[useful_banner_manager banners=8 count=1]

 

©gaiaitalia.com 2013

riproduzione vietata

 

[useful_banner_manager banners=10 count=1]

 

 

 

 

 

 

 

[useful_banner_manager banners=1 count=1]

 

 

 

 

 

 

Facebook Comments

Comments

comments

gaiaitalia.com

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi