Berlinale 2014, Lars Von Trier non è un regista, è un ufficio stampa ambulante

39

Berlinale 2014-04 Lars Von Trierdi Ghita Gradita

Nymph()maniac è il nuovo film di Lars Von Trier che ovrebbe essere un regista, e quando lo fa lo fa dannatamente bene, ma il suo ego è più forte del suo talento e dopo l’uscita su Hitler al Festival di Cannes dello scorso che lo ha giustamente buttato fuori, si è presentato a Berlino con un film porno d’autore (coltissimo, dicono i coltissimi, di cui si è parlato per anni) e con una maglietta che sfotteva Cannes.

Personalmente lo avrei buttato fuori anche da Berlino, perché della provocazione gratis ne ho davvero piene le scatole, ma i tedeschi fanno ciò che vogliono a casa loro e va bene così.

Nymph()maniac in realtà ce la racconta, come tanti film di Von Trier, e non è che una una riflessione che pretende essere filosofica sulle pulsioni sessuali. I momenti “porno” sono pochissimi e la gente forse pagherà il biglietto e fuggirà dopo pochi minuti.

Si nota che detesto Von Trier?Nymph()maniac

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2014
diritti riservati
riprodzione vietata

[useful_banner_manager banners=19 count=1]