Tutte, o quasi, le mostre del 2016

0
165

Piero Della Francesca 00di Giorgia Trinelli

 

 

 

 

Da Piero della Francesca al Simbolismo, dal Rinascimento all’Impressionismo, Arte contemporanea e Arte Giapponese, ecco quello che, dopo i grandi successi dello scorso anno, potremo ammirare nel corso del 2016.

Le più belle vedute di Venezia, realizzate dai grandi maestri veneziani, si potranno ammirare dal 19 gennaio ai Musei Civici di Bassano del Grappa; a Brescia dal 23 gennaio al 13 giugno, a Palazzo Martinego esponge il Simbolismo (foto in basso a destra).

Brescia Simbolismo

A Milano, Palazzo Reale presenta “Dalla Belle Epoque alla Grande Guerra”, fino al 5 giugno tra immagini sconvolgenti e oniriche di Segantini, Redon, Bocklin che esplorano l’animo umano del loro tempo.

Ai Musei di San Domenico di Forlì, Piero della Francesca a confronto con Beato Angelico e Paolo Uccello, in un percorso che cerca di indagare gli influssi che Piero della Francesca ha avuto su artisti moderni come Degas, Cezanne, Balthus. Artisti che hanno consegnato l’eredità di Piero della Francesca alla universale modernità. E’ possibile visitare questa mostra dal 13 febbraio al 26 giugno.

A Torino, a Palazzo Madama, da marzo a luglio, la rassegna “Da Poussin agli Impressionisti”: una mostra di straordinarie opere della pittura francese provenienti dall’Ermitage di San Pietroburgo, esposte lungo un itinerario che parte dalle influenze caravaggesche di Simon Vouet e dai due dei massimi esponenti della cultura classicista: Poussin e  Lorrain.

La Capitale ospita a Palazzo Madama tre secoli di pittura francese dal 1 marzo al 3 giugno, al Chiostro Bramante si potrà ammirare “I Macchiaioli” delle storiche collezioni. Alle Scuderie del Quirinale, dal 15 marzo al 26 giugno fa da padrona l’arte parmense della prima metà del XVI secolo con il Correggio e il Parmigianino.

Dal 19 marzo al 19 giugno “Il Rinascimento di Venezia” con Giorgione, Bellini , Tiziano alle Gallerie dellAccademia di Venezia. Dal 18 marzo nella Villa della fondazione Magnani Rocca di Parma, viene celebrato il ‘900, mentre Palermo ospita Antonio Ligabue al Palazzo dei Normanni.

Escher Milano 00

Da marzo a luglio a Palazzo Reale di Milano approdano le prospettive di Escher.

Nell’estate partono le rassegne e le manifestazioni legate alle celebrazioni per i 150 anni dei rapporti tra Italia e Giappone. Alle Scuderie del Quirinale “I capolavori della scultura buddista”, allestita da luglio ad agosto. Da settembre Palazzo Reale a Milano, ospita “Hokusai, Hiroshige, Utamaro”, luoghi e volti del Giappone, con le immagini più famose di un mondo fluttuante e meraviglioso.

Dal 24 settembre all’ 8 gennaio, Palazzo dei Diamanti a Ferrara celebra i 50 anni del poema “L’Orlando Furioso” di Ludovico Ariosto attraverso capolavori di Tiziano, Giorgione, Bellini, Mantegna, Raffaello, Leonardo e Michelangelo.

Il 29 ottobre apre a Treviso nel museo di Santa Caterina, “La storia dell’Impressionismo”, con 12 opere da Monet a Renoir, da Van Gogh a Gauguin, provenienti da prestigiose collezioni, in un percorso che arriva fino al cubismo picassiano di Cezanne.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(11 gennaio 2016)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2016 – diritti riservati, riproduzione vietata