Home / ARTEMOSTRE&ALTRO / ARTE & MOSTRE, EVENTI / Rome BDSM Conference, a Roma il 28 febbraio e 1 marzo

Rome BDSM Conference, a Roma il 28 febbraio e 1 marzo

Bondage SMdi Anna Flavia Locchi

Per la prima volta in Italia due giorni dedicati all’insegnamento delle
pratiche sadomaso. Quaranta corsi, organizzati in collaborazione con
l’Alcova Kink Academy, aperti a tutti indipendentemente dal gender. In un loft di 250 mq docenti professionisti da tutto il mondo con un solo limite:
la sicurezza.

Dal fireplay al bondage, dalla mummificazione al roleplay, passando per le
tecniche di striptease fino ai consigli su come allestire un perfetto
guardaroba fetish.

Si terrà nella capitale venerdì 28 febbraio e sabato 1 marzo 2014,
nell’ambito del Fetish Pride Italy, la Rome BDSM Conference, un’occasione unica per lasciare a casa luoghi comuni e pregiudizi ed avventurarsi nel mondo proibito del desiderio alla scoperta di se stessi.

Per la prima volta in Italia e la seconda in Europa, per due giorni dalle 9
del mattino alle 8 di sera, quattro aule ospiteranno quaranta workshop che
presenteranno o approfondiranno una tecnica del BDSM (acronimo di bondage, disciplina, dominazione, sottomissione, sadismo, masochismo).
Si va da pratiche estreme come l’uso di aghi e coltelli fino a quelle soft
come il tickling (solletico) o il bondage in camera da letto per
principianti. Nessun limite alla fantasia ed alla sperimentazione, se non quello fissato dalle imprescindibili misure di sicurezza. Questa l’unica regola sulla quale l’organizzazione non intende trasgredire.

I relatori, supertitolati e con esperienza pluridecennale, arriveranno
dall’Italia, Europa Stati Uniti, Canada ed Australia e metteranno a
disposizione dei corsisti la loro esperienza, non solo da un punto di vista
teorico, ma essenzialmente pratico. Chi deciderà di concedersi questa
parentesi alla quotidianità, neofita curioso o esperto che sia, dovrà
semplicemente pagare un biglietto d’ingresso giornaliero e poi scegliere di
frequentare i corsi che preferisce. Ogni lezione durerà circa due ore.
Nessuna selezione all’ingresso né necessità di entrare in coppia, la Rome
BDSM Conference è aperta a tutti, indipendentemente dal gender e
dall’orientamento sessuale, purché siano maggiorenni. Richieste: creatività,
mente aperta e, per alcune classi, abiti comodi.

E, dopo aver imparato, si potrà subito sperimentare. A conclusione dei
workshop la notte del 1 marzo sarà Black and Blue Night, la prima festa BDSM pansessuale tornerà in Italia dopo sei anni di assenza.Gay Bondage

La location sarà la stessa dei corsi. Il Bubble Loft uno spazio di 250mq in
via degli Argonauti 6, vicino Piramide, a Roma, svestirà i panni della
scuola per indossare quelli di un gigantesco dungeon allestito con ogni tipo
di attrezzatura.

Un vero e proprio play party cui parteciperanno anche la maggior parte dei
relatori delle giornate di studio, quindi con la possibilità di vedere dal
vivo vere situazioni di gioco e se si vuole prenderne parte in prima
persona. E per mettere tutti a proprio agio, una novità non consueta per una
festa BDSM: non è richiesto dresscode, quindi ciascuno potrà indossare
l’abbigliamento che preferisce. Tutta la manifestazione è organizzata in collaborazione con Alcova Kink Academy, luogo di chiacchiere e condivisione di esperienze e conoscenze a tema BDSM, ultima delle avventure di Stefano Laforgia, titolare del primo negozio fetish Alcova a Roma e fondatore nel 2011 della prima scuola di bondage giapponese in Italia Itoh Seiyu, dedicata al fondatore storico di questa disciplina.

“La Rome BDSM Conference nasce dalla consapevolezza che queste pratiche
incuriosiscono e appassionano tante persone che a volte non sanno da dove
cominciare per saperne di più ed imparare. Chi le conosce spesso ha avuto
bisogno di anni di pratica e di sperimentazione fatta privatamente. Questo
bagaglio d’informazioni, conoscenze ed esperienza non deve andare perduto, ma essere condiviso per diventare il fondamento da cui altre persone possono partire per l’esplorazione delle proprie fantasie e attitudini anche in un’ottica di arricchimento personale e dell’intesa di coppia” spiega
Laforgia.

Per la stampa, richieste di accrediti, ulteriori foto e interviste:
Nazionale: Alessandra Bianco338/4183035
Locale: Monica Maggi347/7618417

 

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2014
diritti riservati
riproduzione riservata
[useful_banner_manager banners=19 count=1]

 

 

Facebook Comments

Comments

comments

gaiaitalia.com

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi