Todi (Pg), Human Rights Film Festival in collaborazione con Amnesty International: dal 27 ottobre al 1° novembre

0
83

Todi-Human-Rights-Film-Festdi Gaiaitalia.com

 

 

 

 

 

 

Dal 27 ottobre al 1° novembre si svolgerà a Todi (Perugia) la 1° edizione del Diritti a Todi – Human Rights International Film Festival. Lo scopo del Festival è da un lato, quello di promuovere e diffondere il documentario d’autore con particolare riguardo ai temi dei diritti umani e, dall’altro, favorire il confronto tra i registi.

Il festival ha il patrocinio del Comune di Todi, è organizzato in collaborazione con Amnesty International Italia e Archivio audiovisivo del movimento operaio e democratico, con il sostegno di Agpci, Associazione Giovani produttori cinematografici.

Incentrato sulle tematiche di diritti umani, guerra, integrazione, diritti civili, il Festival si articola in quattro sezioni: Concorso internazionale documentari, Concorso internazionale cortometraggi di fiction e documentari, Panoramica internazionale di documentari, Retrospettive, seminari, tavole rotonde.

Amnesty International Italia sarà presente allo Human Rights Film Festival con diverse iniziative.

Tutti i giorni dalle ore 14.30 in poi presso lo stand di Amnesty International sarà possibile partecipare a “Un selfie per i diritti umani”. Un invito ai partecipanti del festival a scattarsi un selfie e a postarlo sui propri social, per promuovere il festival e le sue iniziative.

 

Ecco il programma:

Martedì 27 ottobre
ore 10.00 –  Installazione mostra fotografica”Migranti Africani a Rischio nel Mare Mediterraneo“, La mostra, è composta da 32 pannelli che ritraggono la situazione in cui migliaia di migranti e rifugiati sono costretti a vivere in Italia, Grecia, Spagna e Austria.

Presso la Sala Affrescata, Via del Monte
 
Ore 18.30 – Presentazione del libro “Srebrenica. La giustizia negata” di Luca Leone e Riccardo Noury: dibattito con gli autori del libro. 

Questo libro è un reportage nel buco nero della guerra e del dopoguerra bosniaco e nel vuoto totale di giustizia che ha seguito il genocidio di Srebrenica, una delle pagine più nere della storia europea del Novecento e sicuramente la peggiore dalla fine della seconda guerra mondiale.
Presso la Biblioteca comunale Lorenzo Leonj, Via S. Fortunato.

Mercoledì 28 ottobe
Ore 10.00 – laboratorio esperienziale: discriminazione e diritti umaniIl laboratorio è rivolto agli studenti e mira a far acquisire una maggiore conoscenza dei diritti umani e consapevolezza della “diversità”, nelle sue varie manifestazioni, come valore concreto di crescita personale.
Presso gli istituti scolastici di Todi 

Ore 13.00 – “Abbracciamo Todi”: l’evento consiste nel coinvolgere la cittadinanza di Todi e i partecipanti al Festival nel realizzare un abbraccio al monumento più significativo della città. L’abbraccio sarà dedicato alla libertà, giustizia e pace, ovunque nel modo, per celebrare il 40esimo anniversario di Amnesty International Italia.
Presso il Tempio Santa Maria della Consolazione, Viale Consolazione

Ore 16.00 – “I Libri Viventi”:  racconti di storie personali di alcuni/e attivisti/e di Amnesty (e del loro “essere attivisti/e”) attraverso le voci delle stesse persone che saranno i “libri viventi”. L’iniziativa sarà realizzata in collaborazione con l’associazione locale che si occupa dei diritti delle LGBTI. 
Presso la Piazza del Popolo

Ore 18.30 – Presentazione libro “Raccontate la mia storia” 
A partire dal libro ‘Riccardo Magherini: «Raccontate la mia storia»’ (Eclettica Edizioni) di Matteo Calì, insieme all’autore, a Guido e Andrea Magherini, padre e fratello di Riccardo, ripercorreremo la vicenda di Riccardo Magherini, il 40enne fiorentino, ex giocatore del settore giovanile gigliato, morto nella notte fra il 2 e il 3 marzo dell’anno scorso, mentre veniva arrestato in una strada del centro di Firenze.
Presenta: Riccardo Noury
Presso la Biblioteca comunale Lorenzo Leonj, Via S. Fortunato

 

Giovedì 29 ottobre 
Ore 18.30 – Incontro Diritti umani e fotografia.  A partire dall’esposizione del reportage fotografico “Waria: being a different muslim” di Fulvio Bugani, vincitore del World Press Photo 2015, sarà affrontato il tema del transgenderismo e dei diritti delle persone gay, lesbiche, bisessuali, transessuali, intersessuate (Lgbti) insieme all’autore del reportage, ad esperti di Amnesty International e di altre associazioni. 
Presso la Biblioteca comunale Lorenzo
Leonj, Via S. Fortunato

 

Venerdì 30 ottobre
Ore 18.30 – Inaugurazione mostra fotografica “Migranti africani a rischio nel Mare Mediterraneo”, alla presenza del fotografo Giles Clarke (Agenzia Getty Images). La mostra, è composta da 32 pannelli che ritraggono la situazione in cui migliaia di migranti e rifugiati sono costretti a vivere in Italia, Grecia, Spagna e nei Balcani. 
Presso la Sala Affrescata, Via del Monte

 

Sabato  31 ottobre
Ore 11.00 – Conferenza internazionale “Fortezza Europa: Il fallimento dell’Europa nella gestione dei flussi migratori“. La conferenza che prevede la presenza di esponenti della politica (interna ed europea) e della società civile, intende essere un spazio di riflessione sulle politiche attuali e future in materia di gestione dei flussi migratori verso l’Unione europea, e a fornire risposte riguardo l’attuale crisi dei rifugiati e richiedenti asilo in Europa. 
Presso la Sala del Capitano, Piazza del Popolo 

Ore 17.00 – (De)Costruzione della Fortezza Europa. Un’iniziativa che intende coinvolgere tutti i partecipanti del Festival nella costruzione e decostruzione fisica della fortezza Europa. Le persone coinvolte potranno immedesimarsi in coloro che scappano da conflitti e hanno bisogno di protezione trovandosi di fronte alla chiusura delle frontiere.
Presso la Sala del Capitano, Piazza del Popolo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(20 ottobre 2015)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2015 – diritti riservati, riproduzione vietata