Roy Lichtenstein a Torino, fino al 25 gennaio

Altra Cultura

Condividi

Roy Lichtenstein 01di Giorgia Trinelli

Dal 26 settembre al 25 gennaio 2015 la Galleria d’Arte Moderna di Torino (GAM), ospita uno dei massimi esponenti della POP-ART, con 200 disegni ispirati al mondo della moda e della pubblicità, permettendo anche, di osservare gli schizzi che l’artista utilizzava come punto di partenza per reinterpretarli. Curata da Danilo Eccher, direttore della galleria, la mostra ospita, oltre ai disegni, anche sculture, alcuni grandi dipinti e foto che ritraggono momenti di lavoro dell’artista.

Roy Lichtenstein nasce a New York nel 1923, inizia a disegnare fin da bambino e continua a farlo anche quando, durante la seconda guerra mondiale, si trova al fronte disegnando mappe e fumetti per il celebre periodico dell’esercito americano”Stars and stripes”.

Nel 1962 la sua prima personale a New York dove consolida la sua influenza nella pop-art, con la tecnica dei puntini dai colori vivaci giustapposti tra loro che renderà l’artista immediatamente riconoscibile ai più. Con questa tecnica che lui esprime con l’olio si ispira a fumetti o immagini pubblicitarie che lui reinterpreta.

Lichtstein muore nel 1997 a New York e la sua arte continua a essere venduta e riprodotta in poster o altri oggetti.

La particolarità di questo artista è la sua tecnica che è totalmente manuale (i suoi puntini erano fatti tutti a mano), con punte più o meno grandi, uno per uno senza alcun arteficio.

Onore alla pazienza.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(30 settembre 2014)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2014
diritti riservati
riproduzione vietata

 

 

 

 

Pubblicità