Home / Tag Archivi: Bo Summer’s

Tag Archivi: Bo Summer’s

Bo Summer’s, Recensenda: Atti di devozione, Luigi Balocchi; la Pagina dello Zio Bo

di Bo Summer’s  twitter@fabiogalli61             Ho sospeso questa mia rubrica per un po’ di tempo. Chi mi segue, lo sa. Troppe pressioni mi provocano diffidenza. E ce ne sono state. Ho sempre svolto questo lavoro con una sorta di prevenzione per tutti i viventi che pubblicano libri. Specialmente quando ti chiedono “la recensione”. Specialmente ai ...

Leggi Articolo »

Bo Summer’s, “E’ la musica, è la musica”, un racconto. La Pagina della Zio Bo

di Bo Summer’s  twitter@fabiogalli61       è la musica, è la musica “la tua faccia raggelata la tua pelle permeata il tuo stile non vocale mi sussurra il nostro amore glit te ra to glit te ra to” è la musica, è la musica “Cristo blisterato! Ma che razza di gente è questa! E come fanno a ballare su ...

Leggi Articolo »

La Pagina dello Zio Bo: Bo Summer’s “Ingordo”

di Bo Summer’s  twitter@fabiogalli61                                     Bo Summer’s, ingordo     ho iniziato da bambino mescolando proust a trattati di chimica organica botanica e dottrine occulte sociologia e libri libri libri e poi pittura e danza e teatro e musica e recitazione e cinema ...

Leggi Articolo »

Bo Summer’s – Photo [e il grillo “in vita non ero nessuno”]

di Bo Summer’s   twitter@fabiogalli61                   Caro diario, ancora si è verificato l’ennesimo incidente di lavoro: “Smettila di piangere. Stupida puttana! E rivestiti! Non può essere andato lontano, quel maiale!” Restai immobile. Senza fiatare. Ormai so riconoscere i momenti nei quali bisogna stare giù. “Pezzo di maiale! Brutto porco! Vieni fuori che ti ...

Leggi Articolo »

La Pagina dello Zio Bo, … E per contro

di Bo Summer’s   twitter@fabiogalli61           … e, per contro, Eros non eccede, il posto di Thanatos è ancora nel canto, in una mutazione d’apocalissi che rassegna importanza, che non conduce – più!, dico, più! – al carpito giorno erotico dello scrivere. Solo così si può rendere legittima la gelosia, unita a un voyeurismo impotente, da piccolo ...

Leggi Articolo »

Bo Summer’s, “Nemmeno più ricordo chi io sia”. La Pagina dello Zio Bo

di Bo Summer’s  twitter@fabiogalli61       Nel 1985, data fatidica, per me, come un taglio, una cesura, iniziavo la mia avventura letteraria. La tentazione di scrivere, negli anni precedenti, era stata forte. Ora c’era la tentazione d’essere letti. Nessun intervallo, nessun medicamento che potesse condurre allo scrivere. Questo lo sapevo. Già. Il mio scrivere era come un manifesto utilizzo ...

Leggi Articolo »

Bo Summer’s, tornare a svettare i pensieri sull’effimero. La Pagina dello Zio Bo

di Bo Summers  twitter@fabiogalli61             Non resta un’opera inconclusa. E non trova davvero seguito se non con la coesione progettuale. Davvero tutta la poesia è attestata già a livello paratestuale: dal titolo della raccolta, all’epigrafe, all’enumerazione progressiva dei versi stessi in poi. E l’orizzonte comunicativo appare, fin da subito, come evidentemente cambiato: l’attacco già, da ...

Leggi Articolo »

Bo Summer’s “Dialogo in versi”: la Pagina dello Zio Bo

di Bo Summer’s  twitter@fabiogalli61                     Nonostante la scrittura poetica cerchi di stabilire una destinazione, come memento e fulcro di non intrusione reciproca con la realtà, essa, infine, supplica di essere rapita temporaneamente al proprio inevitabile destino mortale. Dunque, non si può concludere sbrigativamente che la poesia non sia sbilanciata verso l’uno ...

Leggi Articolo »

Bo Summer’s, scrivere come dio: “… il problema è che i dubbi..”

di Bo Summer’s   twitter@fabiogalli61                     …forse il mio vero problema è che i dubbi, le angosce che mi tormentano durante la stesura dei miei lavori, e di queste lettere, sono traccia e riflesso dei continui spiazzamenti e contraddizioni di cui una certa cultura è intessuta. Scrittura frammentata, costruita attraverso aggiunte successive ...

Leggi Articolo »

Bo Summer’s, Un coup de dés jamais n’abolirà le hasard

di Bo Summer’s  twitter@fabiogalli61         .. sì, sì, va bene. È Mallarmé.. c’è una necessaria contraddizione che devo dire. E parto da qui: il dovere di gettare il dado si lega al fatto, procurato dal gesto, di generare una vera e propria sensazione di asfissia. Esiste un totale spostamento che mantiene le proporzioni e i rapporti tra ...

Leggi Articolo »

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi