Home / Tag Archivi: fabio Galli

Tag Archivi: fabio Galli

Ghigni e Balocchi: Lazzara Poesia

di Luigi Balocchi         L’estasi del bello, l’ardimento carnale, come pratica di vita. Se ne esiste traccia in un abbozzo di strofe, un pugno di pensieri tradotti in poesia, tutto mi rimanda a qualcosa di sconcio e sconveniente, soprattutto dimenticato. Lasciam perdere Jean Genet e le maraviglie in forma di delirio di un Celine, che han fatto ...

Leggi Articolo »

Bo Summer’s, Recensenda: Atti di devozione, Luigi Balocchi; la Pagina dello Zio Bo

di Bo Summer’s  twitter@fabiogalli61             Ho sospeso questa mia rubrica per un po’ di tempo. Chi mi segue, lo sa. Troppe pressioni mi provocano diffidenza. E ce ne sono state. Ho sempre svolto questo lavoro con una sorta di prevenzione per tutti i viventi che pubblicano libri. Specialmente quando ti chiedono “la recensione”. Specialmente ai ...

Leggi Articolo »

Bo Summer’s – Photo [e il grillo “in vita non ero nessuno”]

di Bo Summer’s   twitter@fabiogalli61                   Caro diario, ancora si è verificato l’ennesimo incidente di lavoro: “Smettila di piangere. Stupida puttana! E rivestiti! Non può essere andato lontano, quel maiale!” Restai immobile. Senza fiatare. Ormai so riconoscere i momenti nei quali bisogna stare giù. “Pezzo di maiale! Brutto porco! Vieni fuori che ti ...

Leggi Articolo »

Bo Summer’s, “Nemmeno più ricordo chi io sia”. La Pagina dello Zio Bo

di Bo Summer’s  twitter@fabiogalli61       Nel 1985, data fatidica, per me, come un taglio, una cesura, iniziavo la mia avventura letteraria. La tentazione di scrivere, negli anni precedenti, era stata forte. Ora c’era la tentazione d’essere letti. Nessun intervallo, nessun medicamento che potesse condurre allo scrivere. Questo lo sapevo. Già. Il mio scrivere era come un manifesto utilizzo ...

Leggi Articolo »

Bo Summer’s, tornare a svettare i pensieri sull’effimero. La Pagina dello Zio Bo

di Bo Summers  twitter@fabiogalli61             Non resta un’opera inconclusa. E non trova davvero seguito se non con la coesione progettuale. Davvero tutta la poesia è attestata già a livello paratestuale: dal titolo della raccolta, all’epigrafe, all’enumerazione progressiva dei versi stessi in poi. E l’orizzonte comunicativo appare, fin da subito, come evidentemente cambiato: l’attacco già, da ...

Leggi Articolo »

Bo Summer’s “Dialogo in versi”: la Pagina dello Zio Bo

di Bo Summer’s  twitter@fabiogalli61                     Nonostante la scrittura poetica cerchi di stabilire una destinazione, come memento e fulcro di non intrusione reciproca con la realtà, essa, infine, supplica di essere rapita temporaneamente al proprio inevitabile destino mortale. Dunque, non si può concludere sbrigativamente che la poesia non sia sbilanciata verso l’uno ...

Leggi Articolo »

Bo Summer’s, Un coup de dés jamais n’abolirà le hasard

di Bo Summer’s  twitter@fabiogalli61                   .. sì, sì, va bene. È Mallarmé.. c’è una necessaria contraddizione che devo dire. E parto da qui: il dovere di gettare il dado si lega al fatto, procurato dal gesto, di generare una vera e propria sensazione di asfissia. Esiste un totale spostamento che mantiene le ...

Leggi Articolo »

La Pagina dello Zio Bo: Bo Summer’s, Dialogo in versi, IV

di Bo Summer’s  twitter@fabiogalli61                 Prepotenza del verbo e invadenza del dire sono punti davvero focali in qualunque educazione poetica, ove le nominazioni effettive, la purissima matrice del dire, contrastano con la ruvidezza delle parole, più o meno violente. Oltre al totale asservimento fisico, alla brutalità pornolalica, il poeta vuole squassare il suo ...

Leggi Articolo »

“Bo Summer’s, il poeta impotente”. La Pagina dello Zio Bo

di Bo Summer’s  twitter@fabiogalli61                     il poeta impotente che maledice il suo genio attraverso un deserto sterile di dolori   è un’apertura che dovevo a questo post, si tratta di Mallarmé che è tornato prepotentemente fra le mie letture in queso periodo. Vecchi innamoramenti. Poeti che da tanto non riprendevo. Adolescenza ...

Leggi Articolo »

Bo Summer’s, dopo un viaggio: la Pagina dello Zio Bo

di Bo Summer’s  twitter@fabiogalli61                 Eccomi di ritorno a casa dopo un viaggio, per non essermi letale, dove ho ritrovato il senso dell’intorpidimento delle mie gambe e il senso di vertigine fra stand di libri usati, quel bisogno brusco e pazzo di sonno, quella improvvisa perdita delle forze fisiche e la spossatezza con ...

Leggi Articolo »

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi