Home / ARTEMOSTRE&ALTRO / ARTE & MOSTRE, EVENTI / Benevento incontra Federico Guglielmi in occasione della chiusura di “TranSonanze” il 30 maggio

Benevento incontra Federico Guglielmi in occasione della chiusura di “TranSonanze” il 30 maggio

Federico Guglielmi 00di Gaiaitalia.com

 

 

 

 

 

 

 

 


 
Lunedì 30 maggio 2016 quarto e ultimo appuntamento per TranSonanze – Festival di scritture rock, con la partecipazione straordinaria di Federico Guglielmi! La Rassegna dedicata alla comunicazione rock, inaugurata lo scorso 21 marzo con Carlo Massarini, si chiude il 30 maggio (non più il 13 giugno come annunciato in precedenza) con Guglielmi, una figura chiave nella divulgazione del rock in Italia, il cui intervento completerà il percorso avviato con Massarini. Ideato e diretto da Donato Zoppo, TranSonanze è organizzato dall’Università degli Studi del Sannio insieme al Conservatorio Nicola Sala di Benevento e coinvolge alcuni dei più autorevoli operatori musicali italiani, con il fil rouge del rock come linguaggio aggregativo. Il progetto – promosso nell’ambito della attività didattiche di Diritto e Letteratura, insegnamento istituito nel 2008 presso il Corso di Giurisprudenza di Unisannio, tenuto dal prof. Felice Casucci – rientra in un vasto ventaglio di iniziative dell’Ateneo sannita per la ricerca sui linguaggi giovanili legati alla creatività e all’arte, che hanno l’intento dichiarato di attivare sperimentazioni territoriali, senso di comunità e nuove forme di apprendimento. In questa direzione si pone il rapporto Università/Conservatorio.
Alle 17.00 workshop con gli studenti (Aula Bonazzi del Conservatorio – La partecipazione sarà valutata ai fini del riconoscimento di CFU per “altre attività” sia in favore degli studenti dell’Unisannio sia in favore di quelli del Conservatorio), alle 21.00 incontro-concerto (Teatro De Simone), presentato da Donato Zoppo e dal prof. Felice Casucci (coordinatore del progetto quale delegato del Rettore dell’Università) insieme a Mario La Monaca, direttore di Radio Città Benevento. Interverrà all’evento il Direttore del Conservatorio, prof. Giuseppe Ilario. L’incontro-concerto serale – a ingresso gratuito – vedrà il ritorno del contributo musicale del Nicola Sala Jazz Ensemble, composto dagli allievi del Biennio di Jazz del Conservatorio N. Sala, diretti dai maestri Aldo Bassi (tromba) e Francesco Branciamore (batteria). A seguire, un tuffo nel rock anni 80/90 con i Lemon Haze, quartetto sannita specializzato nella rivisitazione dei classici, che in questa Rassegna ha già dato prova del suo valore.
Nato a Roma nel 1960, Federico Guglielmi è una delle personalità più importanti del giornalismo nostrano. Storica e apprezzata firma di testate musicali come Il Mucchio Selvaggio, Velvet, Rockerilla e Blow Up, voce di programmi di Radio Rai come Stereonotte, autore e curatore di numerosissimi libri (Cure, Litfiba, Carmen Consoli, Manuel Agnelli etc.), produttore discografico (Not Moving, Gang, Strange Flowers etc.), Guglielmi è attivo dal 1976 ed è un testimone d’eccezione per comprendere gli sviluppi del rock italiano negli ultimi trent’anni. A TranSonanze racconterà l’evoluzione del rock nostrano, il rapporto tra discografia e stampa, le major e le etichette indipendenti, la musica dal vivo, l’editoria musicale, i mutamenti del giornalismo tra radio, giornali e web: un percorso che rientra in pieno nell’idea degli “Universi Creativi” e dei linguaggi giovanili della contemporaneità approfondita da Unisannio.
(27 maggio 2016)
©gaiaitalia.com 2016 – diritti riservati, riproduzione vietata
Facebook Comments

Comments

comments

gaiaitalia.com

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi