TGLFF 2014, grande cinema dall’Estremo Oriente con Night Flight di Leesong Hee-il

Altra Cultura

Condividi

TGLFF2014 - 02 Nightflight3_50di Gaiaitalia.com

L’evento clou del terzo giorno di festival sarà la proiezione dedicata alla lotta contro il bullismo, diventata appuntamento fisso del festival e che quest’anno avrà come protagonista il regista sud coreano Leesong Hee-il e il suo film Night Flight (Sala 3, ore 22,30). L’opera, presentata al Festival di Berlino 2014 e proposta al pubblico del TGLFF in anteprima nazionale, è una forte denuncia del bullismo, ambientata tra i banchi di una scuola.

I Diecicento35 (ore 20,30) e Paolo Ferrarini (ore 22,30) cureranno gli intermezzi serali, organizzati in collaborazione con _resetfestival, che accompagneranno l’ingresso del pubblico al Cinema Massimo tra una proiezione e l’altra.

Per il secondo appuntamento di “A qualcuno piace… libro“, ore 18 al Circolo dei lettori, ci sarà la presentazione del libro di Alessandro Fullin, Panico botanico (Cairo, 2014), introdotta da Enzo Rammairone. L’autore, che fa parte della giuria cortometraggi del TGLFF, muove le sue eroine tra ambientazioni surreali e passioni che stravolgono il cuore, mettendo al centro della storia un labirinto fatto di piante rare che carpisce la curiosità di Melania Bridge, studiosa di botanica.

Per il Concorso lungometraggi ci saranno due anteprime nazionali in Sala 1: La partida (The Last Match) di Antonio Hens (ore 20,30), pellicola cubana che testimonia la progressiva apertura del Paese nei confronti del mondo gay, e Nånting måste gå sönder (Something Must Break), primo lungometraggio dello svedese Ester Marting Bergsmark (ore 22,30), premiato al Festival di Rotterdam 2014, un delicato amor fou intrappolato nelle barriere del genere.

Anteprima nazionale anche per il Concorso documentari con Naomi Campbel dei cileni José Donoso e Nicolás Videla, alle ore 18 nella Sala 2, che segue la partecipazione di Yermén, immigrata colombiana, a un reality show che mette in palio un’operazione di chirurgia estetica.TGLFF2014

Il secondo appuntamento con il Concorso cortometraggi (ore 20,30, Sala 3) sarà costituito da ben cinque anteprime nazionali, tra cui Mi realidad (My Reality), presentata dal regista spagnolo Carlos Ocho, e un’anteprima internazionale, Billy di Chi Up Kim.
Continua l’appuntamento con Forever Young. Alle 20,30 (Sala 2) sarà la volta di Puppy Love di Delphine Lehericey, opera prima della regista svizzera, presentata al Festival di San Sebastian, che racconta le prime avventure di Diane, sconvolta dall’apparizione di Julia, un’emancipata ragazza inglese.

Con la giornata del 2 maggio partirà anche il Focus Chilometro Zero, dedicato ai film italiani, con due pellicole (Sala 3, ore 18): Lei è mio marito di Gloria Aura Bartolini e Annamaria Gallone, che sarà presente in sala, e The Devil’s Haircut, presentato personalmente, in anteprima mondiale, dal regista torinese Marco Gatti.
Il secondo appuntamento del Focus Famiglia 2.0, alle ore 16 in Sala 3, è composto da quattro proiezioni, tra cui un’anteprima europea: Una familia gay (A Gay Family) dell’argentino Maximiliano Pelosi.
Per Lez Drama!, ultimo spettacolo della giornata alle 22,45 in Sala 2: Gleisdreieck di María José San Martín; Ne te retourne pas, presentato in sala dai registi Benjamin Blot e Sophia Liu; Agathe et Lou, presentato dalla regista Noémie Fy; Extrasystole di Alice Douard.

Il Team dei Gorilla Perfumes e Lush Italia, sponsor del festival, presentano lo “scented cinema” con la proiezione del cortometraggio The Forgotten Circus di Shelly Love. Durante il film, i vari momenti narrativi saranno sottolineati ed enfatizzati a sorpresa grazie a esclusive profumazioni. L’evento si svolgerà il 2 maggio alle ore 20,30 in Sala 2, poi il 3 maggio (17,45 in Sala 3) e il 4 maggio (18,15 in Sala 3).

 

 

 

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2014
diritti riservati
riproduzione vietata

 

 

 

 

 

 

Pubblicità